logo freebook ambiente
effettua il login per scaricare i freebook, oppure
hai dimenticato la password?
cerca per parole chiave
 
Per scaricare questo volume bisogna nel Network di Edizioni Ambiente oppure, se si è già iscritti, effettuare il login (a destra in alto in questa pagina)

Nuvole e sciacquoni

Come usare meglio l’acqua in casa e in città

Scaricato: 567 volte

pubblicazione: 2008
pagine: 208
 

L’acqua è l’“oro blu” del terzo millennio, capace di scatenare conflitti come già accade per il petrolio. Non è infinita, e se quasi un miliardo di persone non ne ha a sufficienza per soddisfare le necessità primarie, nei paesi dell’Occidente sviluppato spesso la si spreca con grande indifferenza.
La tesi di questo libro è che sia invece possibile ridurre notevolmente i consumi idrici domestici e l’inquinamento da essi provocato senza per questo rinunciare ai livelli di comfort cui siamo da tempo abituati. Per farlo è però necessario innescare una piccola “rivoluzione” che, prima che tecnica e politica, è culturale. Chi ha detto che per scaricare un WC si debba usare acqua potabile? E perché abbiamo abbandonato la pratica di accumulare e riutilizzare le acque piovane?
Nuvole e sciacquoni
analizza le strategie che sono state adottate nei secoli per la gestione domestica e urbana dell’acqua, e spiega come oggi è possibile usarla in modo più intelligente.

 

Sommario ▼

Prefazione di Alberto Angela

Introduzione

Acqua: una coperta troppo corta

La crisi idrica in Italia

Nuvole e sciacquoni: guida alla lettura

1. Quando non c’era l’acqua corrente

1.1 Acqua e civiltà

1.2 Acqua e peccato

1.3 Rifiuti “preziosi”

1.4 I “crociati della salute” e la paura dei germi

1.5 Acqua e qualità della vita

2. L’inquinamento e l’esperimento di fertilizzazione globale

2.1 Fognature e depuratori

2.2 Che cos’è l’inquinamento

2.3 Nutrienti artificiali

2.4 L’esperimento di “fertilizzazione globale”

2.5 La partita doppia dell’azoto

2.6 La fine del fosforo

2.7 Un nuovo movimento: la sustainable sanitation

3. L’acqua nelle nostre case: le soluzioni per dimezzare i consumi

3.1 I consumi idrici nelle nostre case

3.2 Pratiche e tecnologie di risparmio idrico per la casa

3.2.1 Lavarsi con meno acqua

3.2.2 Dispositivi per ridurre i consumi dello scarico del WC

3.2.3 Elettrodomestici a risparmio idrico

3.2.4 Quanto possiamo ridurre i consumi con il risparmio?

3.3 La raccolta della pioggia

3.4 La “raccolta differenziata” degli scarichi

3.4.1 Acque nere e acque grigie

3.4.2 Una risorsa inaspettata: la pipì

3.4.3 Il WC senz’acqua: la composting toilet

3.5 Consumi idrici e scarichi nella “casa ideale”

3.5.1 Consumare meno di 100 litri al giorno di acqua potabile

3.5.2 I benefici della gestione sostenibile delle acque domestiche

 

4. La gestione sostenibile delle acque nelle città

4.1 Acqua e città: 5 regole per la gestione “ecosostenibile”

4.2 Le reti di distribuzione idrica

4.3 Le reti fognarie e la depurazione

4.3.1 Depurazione decentrata o centralizzata?

4.3.2 Le tecniche di depurazione naturale

4.3.3 Pioggia e scarichi

4.4 Il riuso delle acque di scarico

4.4.1 Riuso: più acqua, meno scarichi

4.4.2 I vincoli al riuso in agricoltura

4.4.3 Soluzioni tecniche e scelte operative per il riuso

4.5 Gli effetti della gestione sostenibile delle acque alla scala urbana

 

5. L’acqua tra stato e mercato: le politiche per il cambiamento

5.1 Il movimento contro la privatizzazione dell’acqua

5.2 La situazione italiana: norme evolute ma politiche inadeguate

5.3 Gestione pubblica o privata? Non è lì il problema

5.4 I cardini di una nuova politica per l’acqua

5.4.1 Ridare valore all’acqua: pagare investimenti, gestione e costo ambientale

5.4.2 Partecipazione e trasparenza nelle scelte

5.4.3 L’acqua al centro della progettazione urbana

5.5 Epilogo

 

Appendice: le acque in Italia

Guida per non perdersi nei numeri

Le risorse idriche disponibili

Prelievi e consumi

La qualità delle acque

Giulio Conte
Biologo, svolge attività di consulenza ambientale nel campo della gestione delle acque e delle risorse naturali. È socio fondatore dell’Istituto Ambiente Italia, dove svolge attività di pianificazione e valutazione ambientale. Con la società di ingegneria IRIDRA si occupa di progettazione di soluzioni per la gestione sostenibile delle acque e degli scarichi idrici. Ha collaborato a diversi progetti internazionali sulla gestione delle acque con partner europei e nordafricani. È membro del Comitato Scientifico Nazionale di Legambiente, associazione per cui ha coordinato campagne sullo stato delle acque interne e costiere (Goletta Verde, Operazione Fiumi). Ha fatto parte della Commissione Ministeriale che ha elaborato il testo del Dlgs 152/1999 sulla “tutela delle acque dall’inquinamento”. È tra i fondatori del CIRF (Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale) di cui è stato presidente dal 1999 al 2008. Dal 2009 è docente presso il Master “Progettista di architetture sostenibili” dell’INARCH (Istituto Nazionale di Architettura).

2 voti - devi effettuare il login per poter votare

nessun commento inviato

è necessario fare login per poter commentare

download
Download
in formato pdf
Devi effettuare il login!
download
Acquista il volume stampato a € 10.00
(+ 4 euro spedizione)
Devi effettuare il login!
Ambiente Italia 2012 Acqua: bene comune, responsabilità di tutti
L’acqua che mangiamo Cos’è l’acqua virtuale e come la consumiamo

© copyright 2012 Edizioni Ambiente srl