Le microplastiche sono ovunque, anche nell'aria

di: Filippo Franchetto

Un recente studio, “Atmospheric transport and deposition of microplastics in a remote mountain catchment”, pubblicato su Nature Geoscience, dimostra come le microplastiche possano viaggiare nell'aria per moltissimi chilometri, andandosi a depositare anche in aree incontaminate.

Analizzando per un periodo di cinque mesi un'area remota e disabitata dei Pirenei francesi, la ricercatrice Deonie Allen e i suoi colleghi hanno misurato un tasso giornaliero di deposizione di microplastiche pari a 365 particelle per metro quadrato. Si tratta di concentrazioni soltanto di poco inferiori a quelle che si riscontrano nelle aree urbane.

Naturalmente, risulta assai difficile per i ricercatori stabilire con certezza la distanza percorsa e il luogo di provenienza di tali microplastiche. Analizzando e simulando le possibili traiettorie atmosferiche, risulta che le particelle potrebbero provenire da località distanti anche 100 km, o forse più.

È noto a tutti come le plastiche e le microplastiche raggiungono gli oceani tramite i fiumi; questa nuova e inedita ricerca dimostra come - purtroppo - i rifiuti di plastici possono essere trasportati a lunga distanza anche attraverso l'atmosfera. E questo significa che molte aree remote potrebbero non essere così incontaminate, come spesso diamo per scontato.

Per approfondire:

Il Link allo studio

Atlante mondiale della zuppa di plastica
, un libro di Edizioni Ambiente


Sepolti dalla Plastica 
Lo spreco funzionale

Le microplastiche possono contaminare anche le falde acquifere sotterranee
 dall'Archivo news di Freebook

×

Login


effettua il login per scaricare i freebook, oppure